Organi Storici Cremonesi

Per acquisti contattare la Nuova Editrice Cremonese (NEC) allo 0372-20666 (Paolo)
oppure la sede della Scuola Diocesana (0372-29785).

 

1 – Cremona, Cattedrale

L’organo della Cattedrale di Cremona. Vicende storiche e documenti dal 15. al 20. secolo
Oscar Mischiati ; redazione e integrazioni a cura di Marco Ruggeri
Bologna : Pàtron Editore,
607 p., [28] c. di tav. : ill. ; 25 cm.
€ 62,00
sconto € 30,00

Il volume contiene il monumentale studio di Oscar Mischiati sugli organi del duomo di Cremona, svolta in oltre vent’anni di ricerca.

 

2 – Ca’ de’ Stefani (Vescovato)

L’ organo “Francesco Bossi” (1856) di S. Bartolomeo in Ca’ de’ Stefani
a cura di Marco Ruggeri
Cremona : NEC, 2007
42 p., [14] c. di tav. : ill. ; 25 cm.
€ 10,00

La chiesa di Ca’ de’ Stefani (Vescovato, Cr) contiene un prezioso organo Bossi che fu inaugurato da Amilcare Ponchielli, giovanissimo, che su quest’organo fece il suo debutto come organista. L’organo, ricco di registri ed effetti ottocenteschi, è stato restaurato dalla ditta Giani di Corte de’ Frati (Cr).

 

3 – Vailate

L’organo Serassi 1849 di Vailate e il suo restauro
a cura di Marco Ruggeri
Cremona : NEC, 2008
146 p., [15] c. di tav. : ill. col. ; 25 cm.
€ 15,00

L’organo Serassi di Vailate è uno dei pochi strumenti di questi celebri organari conservati nella Diocesi cremonese. Oltre duemila canne, due tastiere, collocazione in controfacciata. Restauro Inzoli-Bonizzi (2008).

 

4 – San Bassano

Gli organi di San Bassano e l’organista Pietro Bossi
Marco Ruggeri
Cremona : NEC, 2009
[10], 123 p., [30] p. di tav. ; 25 cm.
€ 10,00

L’organo della parrocchiale di San Bassano è un Balbiani pneumatico del 1918. Il volume ripercorre anche la storia degli strumenti precedenti e degli organi collocati in chiese sussidiarie. La parrocchia ha dato i natali a Pietro Bossi, padre di Marco Enrico. Restauro Giani di Corte de’ Frati (Cr, 2009).

 

5 – Casalmaggiore, Duomo

L’organo Bossi 1862 – Giani 2010 del duomo di Casalmaggiore
a cura di F. Lorenzani e M. Ruggeri
Cremona : NEC, 2010
233 p., [8] carte di tav. : ill. ; 25 cm. + 1 CD-ROM
€ 20,00

Il restauro-ricostruzione dell’organo Bossi 1862 del duomo di Casalmaggiore è un degli interventi più significativi degli ultimi anni. Ricostruzione di meccaniche e consolle; tastiera di 73 note reali. Restauro Giani (2010).

 

6 – Torre de’ Picenardi

Gli organi di Torre de’ Picenardi
a cura di F. Maruti e M. Ruggeri
Cremona : NEC, 2012
120 p., [16] carte di tav. : ill. ; 25 cm.
€ 20,00

Oltre alle vicende legate alla costruzione e al recente restauro dell’organo Franceschini della chiesa parrocchiale compiuto da Daniele Giani, il libro include la ricostruzione storica degli strumenti presenti nelle altre chiese del comune di Torre de’ Picenardi.

 

7 – Polengo

L’organo “Bossi 1833 di Polengo
a cura di R. Aglio
Cremona : NEC, 2012
91 p., [8] carte di tav. : ill. ; 25 cm.
€ 15,00

L’organo della chiesa parrocchiale di Polengo è stato costruito da Angelo Bossi nel 1833 e, dopo diversi decenni, è tornato a suonare grazie al restauro compiuto da Daniele Giani. Il libro ricostruisce le vicende storiche legate a questo strumento e ai precedenti già segnalati in una visita pastorale del 1620.

 

8 – Commessaggio

L’ organo “G. B. Lingiardi” op. 54 (1840-1864) di Commessaggio
a cura di A. Carmeli e F. Lorenzani
Cremona : NEC, 2013
101 p., [8] c. di tav. : ill. ; 25 cm.
€ 15,00

Il volume della collana dedicata al patrimonio organario diocesano racconta le vicende storiche e le tappe del restauro del prezioso organo di Commessaggio risalente al 1840.

 

9 – Giulio Corbari

Scritti d’organaria e pensieri
ristampa a cura di Marco Ruggeri
Cremona : NEC, 2014
XIV, 113 p. ; 24 cm.
€ 15,00

La pubblicazione presenta la riproduzione degli scritti di Giulio Corbari, nato nel 1843 a Pugnolo, diplomato in Composizione al Conservatorio di Milano e, successivamente, organista per alcuni anni della chiesa parrocchiale di Castelleone fino alla prematura scomparsa avvenuta nel 1877. I suoi scritti formano una nutrita serie di articoli e brevi saggi sugli strumenti dell’epoca e sugli aspetti più rilevanti dell’organaria del suo tempo.